Una domenica d’oro per il Pieve

15 Dic 2019

Rugby Pieve 1971-Rimini Rugby 71-5 (45-5)

Rugby Pieve: Cevolani (Bertelli), Franco (Marchesini), Mandrioli, Zucchelli (Artioli), Aleotti, Rosso, Taddia (Papi), Levorato (Cacciari), Lombardi, Serra, Preda, Gambacorta, Lindelli (Supino), Pritoni, Guidetti (Piunti).

Marcatori: 2′ m.Serra tr.Rosso, 5′ m.Zucchelli tr.Rosso, 11’m.Mandrioli tr.Rosso, 15′ m.Guidetti tr.Rosso, 22′ m.Franco, 25′ m.Rimini, 32′ m.Pritoni, 35′ m.Rosso tr.Rosso, 45′ m.Franco tr.Rosso, 55′ m.Pritoni tr.Rosso, 71′ m.Artioli, 77’m.Serra tr.Rosso.

Bellissima vittoria per la C2 di Pieve, che travolge 71-5 gli inermi ospiti del Rimini Rugby, a cui comunque vanno i nostri complimenti per la correttezza dimostrata nel corso di tutta la difficile gara e per la determinazione nel giocare sempre al massimo delle proprie possibilità.

Partenza di fuoco nel freddo pomeriggio bolognese per i ragazzi di Taddia che nei primi 15 minuti conquistano già il punto di bonus offensivo: sostegno e pulizia nei punti d’incontro sono i cardini per affrontare veloci fasi d’attacco sempre avanzanti, sia con la mischia che con i trequarti, e segnare mete a ripetizione: le prime 4 sono ad opera di Serra che sfrutta un bel break di Preda, Zucchelli che trova un varco nella linea ospite e corre indisturbato per 40 metri, Mandrioli che batte la difesa ospite in prima fase, e l’insospettabile Guidetti con uno scatto sull’ala. Nel resto del primo tempo il leitmotiv non cambia, e i padroni di casa marcano altre volte, dimostrando un dominio completo sulla partita: molto belle le mete di Franco, che sfrutta una sventagliata dei trequarti, e di Rosso su un calcetto dietro la linea difensiva. In questo monologo biancoblu c’è però anche spazio per i tenaci ospiti romagnoli, che sfruttano al massimo uno dei pochi palloni offensivi avuti per andare a segnare sugli sviluppi di un calcio di punizione giocato veloce. Nella ripresa lo spartito di gioco non cambia, nonostante Pieve svuoti la propria panchina in campo: entrano fin dall’inizio Papi per Taddia e Supino per Lindelli, e nei primi 10′ del secondo tempo trovano subito spazio anche Artioli, Bertelli, Cacciari, Piunti e Marchesini. I padroni di casa continuano a giocare nel pieno controllo del match e marcano altre 4 volte, andando a consolidare l’ottimo bottino di punti fino al fischio finale che arriva sul 71-5. Menzione d’onore per l’ottimo arbitraggio del signor Imbriaco, che controlla agevolmente una gara non complessa con pochi fischi molto puntuali.

A completare una domenica eccezionale per il Rugby Pieve c’è da segnalare una doppia grande vittoria per le nostre giovanili: l’under 18 domina contro il Cus Ferrara per 17-45, assicurandosi un buon vantaggio per la finale di ritorno di domenica prossima da disputare in casa mentre l’under 16 espugna il Moletolo di Parma, vincendo 5-38 contro l’Amatori Parma.