Tra Castello e Pieve vince l’equilibrio: è 14-14

23 Dic 2019

Rugby Castel San Pietro-Rugby Pieve 1971 14-14 (7-7)

Rugby Pieve: Bertelli, Franco (Balboni), Mandrioli, Zucchelli, Aleotti, Rosso, Papi, Levorato, Serra, Lombardi, Preda (Gambacorta)(Arnoffi), Cacciari (Zanelli), Supino (Pritoni), Guidetti, Lindelli. A disposizione: Marchesini.

Marcatori: 8’m.Zucchelli tr.Rosso, 30′ m.Castello tr., 61’m.Aleotti tr.Rosso, 70’m. Castello tr.

Il big match pre-natalizio di C2 va in archivio in perfetto equilibrio: dopo il tirato match di andata, terminato sul 9-10 per i gialloblu di Castello, nel ritorno a Castel San Pietro non c’è modo di staccarsi dal pareggio, e il giusto risultato finale è 14-14.

La partita inizia con un Pieve battagliero e convinto che si installa da subito nel territorio castellano: un paio di azioni non vanno a buon fine per un niente, ma all 8′ Zucchelli sfrutta un buon suggerimento di Rosso e si infila nella difesa avversaria per segnare la prima meta dell’incontro. Nell’azione della meta c’è da segnalare il brutto infortunio per Preda, che costringe da subito ad un cambio con Gambacorta pronto a fare il suo ingresso in campo. Ne seguono 10 minuti davvero difficili per i biancoblu, costretti in difesa dall’arrembaggio del Castello che non ci sta a perdere in casa: il campo pesante e bagnato porta in dote una serie infinita di mischie e touche dentro ai 22 pievesi, ma la difesa è presente e in un modo o nell’altro si salva sempre. Proprio quando sembra passato il momento peggiore, e Pieve torna a giocare con convinzione nella metà campo avversaria sentendo il profumo della seconda meta, un passaggio avventato (come nel match di andata) dà il la all’azione (per la verità piuttosto confusa e probabilmente conclusa oltre la linea di pallone morto) della prima meta del Castel San Pietro, che non riuscendo a sfruttare appieno le proprie azioni manovrate, si dimostra ancora una volta estremamente efficace sul gioco di rimessa. Si va dunque al riposo sul 7-7, risultato di assoluta parità che rispecchia i valori visti in campo. Nella ripresa Pieve inserisce le forze fresche rimaste in panchina, puntando sull’energia e l’agonismo di Pritoni e Balboni che rilevano Supino e Franco, ma lo spartito non cambia e c’è sempre grande equilibrio: siamo già oltre la metà del secondo tempo quando una bella azione avanzante dei trequarti ospiti si conclude col grubber di Rosso che manda in meta Aleotti per il 7-14 ospite. Il vantaggio ospite dura però pochissimo perchè lo stesso mediano d’apertura ospite, pochi minuti dopo si fa stoppare un calcio di liberazione concedendo la seconda meta ai padroni di casa. Nel finale Pieve ci prova, si vede annullata una meta per un’ostruzione decisamente dubbia e fallisce due calci piazzati da posizioni molto difficili: il pareggio finale  è però un risultato giusto per quello che si è visto in campo e rispecchia il valore delle due squadre avversarie, che nonostante il match tirato e il campo molto pesante si sono battute con correttezza disputando un match piuttosto gradevole.

Pausa natalizia quindi che viene passata in vetta alla classifica di c2 per il Pieve, con un rassicurante vantaggio di 11 punti proprio sul Castel San Pietro. In vetta alla classifica c’è anche la nostra under 18, che bissa il successo dell’andata, andando a sconfiggere 22-12 il Cus Ferrara anche in casa, andando a laurearsi campione regionale, da imbattuta, e involandosi verso la fase interregionale che inizierà dopo Natale. Complimenti a tutte le nostre squadre!