Seconda vittoria di fila per il Pieve: anche gli Amatori vanno ko

18 Nov 2018

Amatori Parma Cadetta-Rugby Pieve 1971 5-38 (0-24)

Rugby Pieve: Magli (Taddia M.), Colletti (Bozzoli), Aleotti, Artioli, Bertelli, Kurtesi, Cevolani, Zucchelli (Taddia S.), Levorato, Balboni, Mandrioli, Gambacorta (Cionfoli), Lindelli (Preghiera), Pritoni, Guidetti. A disposizione: Lombardi, Rosso.

Marcatori: 4’m. Artioli tr.Kurtesi, 11’m.Aleotti tr.Kurtesi, 21′ m.Balboni, 40′ m.Bertelli, 43′ m.Zucchelli tr. Kurtesi, 55’m.Guidetti tr.Taddia, 80’m.Amatori.

Seconda vittoria di fila per il Pieve, che ritorna in corsa per le posizioni che contano nel campionato di c2. Arriva una buona affermazione esterna sul campo del Parma, legittimata da una mischia dominante in tutte le fasi del gioco.

La partita inizia sotto il freddo sole autunnale nello splendido impianto della Cittadella del Rugby di Parma, ma i ragazzi pievesi non si sentono per nulla intimoriti e dimostrano subito di voler giocare un rugby propositivo e divertente, marcando per due volte nei primi dieci minuti, coi centri Aleotti e Artioli che sfruttano delle buone giocate offensive di squadra. Entrambe le marcature vengono trasformate, ma sul 14-0 cominciano a emergere frequenti problemi di handling e frenesia che portano, nel corso di tutta la partita, a sprecare diverse opportunità importanti. Ciononostante la squadra di casa (eroica nel portare a termine la gara nonostante vari infortuni e i soli 16 giocatori in lista) mostra grosse difficoltà nel costruire azioni importanti, a causa di una notevole pressione ospita su tutte le fasi statiche e incassa altre due mete prima della fine del primo tempo: prima Balboni su giocata da touche, e poi Bertelli su un calcetto a scavalcare portano il risultato sul 24-0, trovando anche il punto bonus già nella prima frazione. Nella ripresa il match scade molto di tono, gli errori sono molto più frequenti e il Pieve si sente forse già appagato: resta solo un costante dominio in mischia chiusa che produce altre due segnature nei primi 15′, con Zucchelli e Guidetti ma non c’è molto altro da segnalare. Nel finale arriva qualche sorriso in più per il Pieve grazie agli esordi in prima squadra di Simone Taddia e Leonardo Bozzoli, ma proprio subito prima del fischio finale, l’Amatori riesce a recuperare un pallone vagante e a marcare la propria meta della bandiera.

Finisce dunque così sul 5-38 un match decisamente soddisfacente per il risultato ma molto meno sul piano del gioco. Ora finalmente ci sarà una settimana di pausa per il Pieve, che nel prossimo incontro affronterà la cadetta del Modena con la possibilità di scavalcarla in classifica.