Pieve: è terzo posto. Anche Modena viene espugnata

3 Dic 2018

Modena Rugby Cadetta-Rugby Pieve 1971 12-27 (12-10)

Pieve: Artioli, Colletti (Taddia), Aleotti, Balboni, Tanzilli, Bertelli, Papi, Zucchelli (Rosso), Lombardi, Levorato, Gambacorta, Preghiera (Cionfoli), Piunti, Pritoni, Guidetti. A disposizione: Fulco, Bozzoli.

Marcatori: 5′ m. Zucchelli, 20′ m.Modena tr., 38′ m.Modena ntr., 41′ m.Papi, 58′ m.Zucchelli tr. Bertelli, 64′ c.p. Rosso, 71′ m.Lombardi tr.Rosso.

Arriva un bel sorriso per il Pieve dalla trasferta modenese: dopo un primo tempo di spavento, nella ripresa i ragazzi giocano con qualità ed ordine, meritandosi vittoria e 5 punti.

Formazione rimaneggiata per i tecnici Ramponi e Piccinini, a causa di alcune assenze per infortunio che portano la squadra a giocare soltanto in 20, con l’esordio da titolare di Enrico Tanzilli. L’inizio del match è però promettente, e con un attacco furioso all’interno dei 22 avversari Zucchelli trova il varco giusto in bandierina e riesce a segnare per la prima meta del match. Il Modena però non ci sta, vuole dimostrare di meritare il terzo posto in classifica, e inizia a imbastire una serie di fasi molto ordinate e pulite, mantenendo sempre il possesso ma senza mai risultare pericoloso, fin quando intorno al 20′ riesce a trovare un gigantesco varco nella disattenta difesa pievese e va a marcare per il 7-5 parziale. Qui Pieve si disunisce e inizia la fase peggiore del proprio match, aggiungendo a un attacco sterile e impreciso anche una serie inutile di proteste col direttore di gara: i padroni di casa ringraziano e marcano ancora con una bella giocata da touche; come spesso accade però, nel momento peggiore arriva la svolta: sul calcio d’inizio successivo i modenesi commettono in avanti, ne scaturisce una mischia dominata dagli ospiti, con Papi che si stacca e in velocità riesce a marcare la propria prima meta in C. Su questo dominio in mischia, non così evidente nella prima frazione, il Pieve costruisce una seconda frazione di controllo, in cui i pericoli sono decisamente minori. Un buon gioco al piede tiene gli ospiti lontani dalla propria linea di meta, e così arriva la meta di Zucchelli. Alcuni cambi portano anche a salutare il ritorno in campo di Simone Rosso, dopo quasi un anno di infortunio. Negli ultimi 20 minuti Pieve riesce anche a proporre un buon gioco offensivo, che frutta altri 10 punti, con un calcio di punizione e la meta del bonus, firmata da capitan Lombardi in ripartenza da una mischia ai 5 metri. Il match si chiude dunque sul 12-27, con buona soddisfazione dei pievesi che dimostrano anche una buona tenuta mentale nei minuti finali. Migliore in campo sicuramente la prima linea, con menzione speciale per Mattia Piunti: alla prima da titolare, gioca 80 minuti da pilone destro, dominando in mischia e facendosi sentire anche in giro per il campo, complimenti!

Partita dunque di soddisfazione per i biancoblu pievesi, che possono guardare con fiducia agli ultimi impegni del 2018, soprattutto al prossimo match, in programma tra le mura amiche dello Sgorbati il 9/12 contro il Romagna Rugby.