C2: da Misano 5 punti e poco altro

28 Ott 2019

Rimini Rugby-Rugby Pieve 1971 12-38 (0-12)

Rugby Pieve: Artioli, Bertelli (Cacciari), Cevolani, Aleotti (Balboni), Franco (Mandrioli), Rosso, Taddia, Levorato, Serra, Lombardi, Preda (Arnoffi), Gambacorta(Cionfoli), Lindelli, Guidetti (Zanelli), Piunti (Pritoni).

Marcatori: 6’m Levorato tr. Rosso, 14’m.Franco, 42’m.Levorato tr Rosso, 55’m.Cacciari, 61’m.Rimini, 69’m.Rimini tr, 73’m.Lindelli tr Taddia, 77’m.Artioli tr. Rosso.

La C2 di Pieve torna da Misano con 5 punti in classifica, ma è praticamente l’unica buona notizia di un pomeriggio grigio sotto tanti punti di vista.

Il match inizia in maniera piuttosto positiva per i ragazzi biancoblu, che giocando con ordine e disciplina segnano due volte nei primi 15 minuti di gara, sfruttando alcuni errori difensivi dei riminesi per aprire buoni varchi per i trequarti:arrivano così le mete di Levorato e Franco. Dopo questo inizio abbastanza promettente gli ospiti tirano però i remi in barca con quasi 70 minuti di anticipo: indisciplina, poca aggressività e supponenza nell’eseguire anche i movimenti più semplici impediscono di marcare altri punti nonostante un primo tempo trascorso quasi interamente in attacco. Dopo una giusta strigliata degli allenatori i pievesi tornano in campo con un piglio leggermente migliore, e tornando a occupare la metà campo offensiva conquistano il punto bonus con le mete di Levorato e Cacciari, ma poi di nuovo lasciano completamente l’iniziativa ai padroni di casa, che con orgoglio trovano due mete sfruttando la forza del proprio pacchetto di mischia. I 10 minuti finali servono solo a raddrizzare il punteggio con le mete di Artioli e Lindelli, che fissano il risultato sul 12-38 finale.

Sicuramente i 5 punti conquistati ieri sono molto preziosi per la classifica, ma servirà un deciso cambio di marcia per conquistare una nuova vittoria nel match contro il castel San Pietro, in programma domenica 3 novembre.