A Noceto passa la capolista: finisce 29-14

21 Gen 2019

Rugby Noceto-Rugby Pieve 1971 29-14 (29-0)

Rugby Pieve: Taddia (Colletti), Bertelli, Aleotti, Balboni, Tanzilli, Rosso, Papi, Zucchelli, Levorato, Lombardi, Nolfo (Preghiera), Gambacorta (Govoni), Lindelli (Piunti), Pritoni, Guidetti.

Marcatori: 11′ m.Noceto tr., 15′ m.Noceto tr., 21′ m.Noceto, 24′ m.Noceto, 31’m.Noceto, 55′ m.Pritoni tr.Rosso, 77’m.Guidetti tr.Rosso

20 minuti di blackout totale costano la partita al Rugby Pieve in quel di Noceto. Una gara che altrimenti avrebbe potuto essere equilibrata, viene regalata ai forti padroni di casa con troppi errori difensivi.

Il match inizia però in modo promettente per gli ospiti, che restano nella metà campo avversaria per i primi 7-8 minuti, trovando buoni avanzamenti e alternando cariche con gli avanti e con i trequarti. Alla prima occasione utile è però il Noceto a colpire: intelligente combinazione dei trequarti, con l’inserimento dell’ala chiusa al largo che manda in tilt la difesa pievese ed è 7-0. Da qui per 20 minuti il Pieve stacca la spina: palloni regalati agli avversari, difesa molle e lenta nei ripiazzamenti, maul non difese, varchi nei trequarti che si aprono come nel Sahara, e in un attimo ci si ritrova sotto ai pali per la trasformazione che vale il 29-0 dei padroni di casa, temendo ormai una disfatta di proporzioni mai viste. Invece, come si era spenta, si riaccende la luce negli occhi dei pievesi, che tornano in attacco negli ultimi 10 minuti della prima frazione, con orgoglio e grinta, senza però trovare una segnatura. La seconda frazione di gioco è però tutta un’altra storia: il Noceto (forse ormai appagato dall’aver raggiunto tutti gli obiettivi di giornata) non attacca praticamente più, il pallone è sempre in mano al Pieve, che gestisce le operazioni con un’ottima solidità in touche e un buon gioco al piede, anche se faticando a trovare avanzamento a causa dell’ottima difesa dei nocetani. Arriva così la prima meta di Pritoni su giocata da touche, che dà senso e motivazione alla domenica dei tifosi al seguito della squadra, e a pochi minuti dal termine anche quella di Guidetti che sistema il punteggio su un più giusto 29-14. Resta il rammarico per non aver potuto portare a casa neanche un punticino che sarebbe stato molto importante per la classifica, che vede sempre il Pieve al terzo posto.

Prossimo impegno per Pieve sarà la delicatissima trasferta sul campo del Casalmaggiore, che all’andata riuscì a vincere sul terreno dello Sgorbati per 17-21; sarà importante ribaltare il risultato per mantenere la posizione in classifica.